Mi sembrava di sentire di nuovo il rumore dell'erba che cresce.

mercoledì 10 aprile 2013

Ciao e grazie

Ciao e grazie per aver sognato
e cucinato cibo buono e nutriente,
per aver cacciato via gli insetti
e dormito nel letto disfatto.

Ciao per il tè e grazie per il mare
e per aver chiamato il cameriere;
per avere urlato sempre a bassa voce
e bevuto quello che c'era da bere

e grazie molte per questo bicchiere.

Ciao e grazie per aver giocato,
raccolto punti e vinto premi belli,
per questo regaluccio un po' scontato
e per aver fatto finta di averlo aspettato.

Grazie per questo ginocchio sbucciato
e per aver corso anziché zoppicato,
ciao per il profumo delle mele
e per il buon sapore che mi hai lasciato

e grazie molte per questo bicchiere.

Ciao e grazie per aver navigato
e per aver trattato bene i marinai
e per il canto delle sirene,
perché dicevi "lo so che tornerai".

Ciao per stanotte e grazie per domani
e per aver creduto alle mie mani,
ciao per la musica di questa conchiglia
e per le fette biscottate col miele

e grazie tante per questa bottiglia
e molte grazie per questo bicchiere.























































9 commenti:

  1. piu la leggo e piu mi piace
    mf

    RispondiElimina
  2. Roberta Grazzani8 maggio 2014 22:29

    Anche a me piace molto. E il ritmo mi riporta ad altre tue storie lontane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un amico musicista ne ha tratto una canzone. Si può ascoltare cliccando QUI.
      Roberta, se la ascolti fammi sapere il tuo prezioso parere.

      Elimina
    2. Roberta Grazzani14 maggio 2014 16:22

      Le parole sono più tenere della musica, la musica ha un ritmo più veloce. Però mi piace perchè ha un suono fresco. Ecco il mio parere Paolo, non so quanto PREZIOSO...

      Elimina
    3. Roberta Grazzani14 maggio 2014 21:14

      Comunque, Paolo, fra le parole e la musica ne esce un piccolo gioiello. Altro che Sanremo!

      Elimina